Programma FIT - Sergio Audasso

Vai ai contenuti
Scuola di coaching



Livello uno aperto a tutti. Autotrattamento.

Week end propedeutico esperienziale. In presenza. Due giorni intensivi. Autotrattamento e introduzione al trattamento verso altri.
 
Programma:
  • Disattivare l’influenza delle memorie sabotanti, credenze base e i giuramenti (ingiunzioni create da se stessi) e
  • Le abitudini che, con consapevolezza, ritieni poco utili.
  • Cosa la mente ci obbliga ad essere quelli che siamo e le illusioni cognitive
  • come iniziare a dialogare con l’inconscio in modo costruttivo
  • fare le domande che cambiano la vita
  • Sblocco somato emozionale per entrare in contatto il cervello quantico e collassare l’onda di possibilità.


Livello due FAD (on line) con tutoraggio collettivo e individuale (sessioni personalizzate)
MODULO 1 – NEUROSCIENZE (BASE NEUROCOACHING) ll concetto del sé sinaptico • La struttura dei Sé • Le 5 ferite del Sé •  Le 5 modalità reattive del Sé • Trilogia mentale •  La malattia sinaptica • Identificazione del “tu” e dell’ “io” • Concetto di unità somatopsichica integrata
MODULO 2 -  PSICOSOMATICA. Le leggi di interdipendenza tra emozione, intensità e localizzazione. • Le personalità psicosomatiche. • Come il corpo ci parla. • Il linguaggio interiore, emotivo e mentale. • Simbologia organica
MODULO 3 – COMUNICAZIONE UMANA. Modelli interattivi e basi neurali dei processi (errori cognitivi nelle relazioni umane) • Comprensione ed attuazione degli stili • Comunicazione paradossale • Comunicazione patologica • I livelli di comunicazione • Comunicazione cognitivista e assertiva • Ascolto attivo
MODULO 4 – STRUTTURA DEL MODELLO • Tripartizione sub modale della unità somatopsichica (gedeca) • Le Neurodomande del cambiamento • Le 5 cornici del disagio esistenziale • I 6 bisogni e la circolarità mentale
MODULO 5 – RELAZIONE CON IL CLIENTE. Costruzione del rapporto • L’approccio metodologico • Empatia vs Simpatia • Comportamento con il cliente • Uso del linguaggio appropriato • Deontologia professionale • Tutela del cliente

Livello tre. Intensivo di tre giorni. In presenza. Il metodo in pratica.
 
AREA COMUNICAZIONE. Comunicazione non verbale  • Osservazione ed esercitazione dell’ ascolto attivo (3 livelli di ascolto: regole dell’ascolto attivo – Cosa vuoi dirmi? Andare all’essenza del messaggio e capire le intenzioni – L’ascolto empatico)
PSICOSOMATICA. L’influenza del pensiero e delle emozioni sui codici biologici • Epigenetica e quantum.
STRUTTURA MODELLO. i 2 approcci sostanziali del modello di FIT Coach • I 4 codici di accesso  • I 6 segni del cambiamento • Le 7 azioni  del FIT coach  • Le 8 caratteristiche del FIT coach  
APPLICAZIONE DEL MODELLO. La nascita del disagio  • Neurodomande  • Fasi operative del modello  • Utilizzo delle tracce soniche isocroniche e binaurali a 432Hz • Attivazione catartica nella risoluzione dei problemi: le variabili semplici e complesse.
 
Il metodo Fast Insight Treatment ( Trattamento di consapevolezza veloce) è un metodo che ha ottenuto la certificazione di parte terza da ente di certificazione AJA Europe autorizzato ad operare in Italia da ACCREDIA  in base alla direttiva ISO 17024:2012  - alla direttiva  LG CEN 14:2010,  alla direttiva qualifiche (UE) denominato EQF  e alle leggi Italiane: Legge n.4/2013 e Legge n. 13/2013
 
Chi ha frequentato il percorso formativo, al termine dell’iter studiorum, può, a richiesta, ottenere la certificazione internazionale, in Xpert FIT Method Coach.
  
Lo scopo di FIT Coaching è quello di far emergere le potenzialità latenti nel coachee, fargliele scorgere, e da lì, con la sua scelta volontaria, liberarle. Si lavora sempre su un obiettivo specifico.
  
Chi è il FIT Method Coach?
 
E' un facilitatore ed è una figura professionale, altamente specializzata ed esperta nella gestione creativa delle conoscenze. Apprendimento Attivo.
Le basi epistemologiche su cui si fonda il metodo sono:
 
1.   Saggezza antica: il Buta Vidya (antica scienza dell’ayurveda che si occupa della mente e del suo funzionamento), utilizzo di esercizi di respirazione e di focalizzazione oculare ispirati dal Drishti yoga,
2.  Scienza moderna: elementi di comunicazione e ascolto attivi tratti dagli studi internazionali (Shultz), sugli studi di Josef Le Doux, Ramachandran, C. Pert,  Mc Lean, Lakslo, utilizzo di test muscolari tratti dalla Kinesiologia e sulle mie scoperte del modello specifico di creazione del pensiero.
3.  La meccanica quantistica (già per altro “energeticamente” descritta nei testi vedici come fatto incontrovertibile) partendo dall’assunto che: se gli eventi fisici sono imprevedibili ed  illusori;  se l'uomo vive e subisce forze diverse dentro un universo incerto, nel quale ogni avvenimento sottintende a infinite probabilità di realizzazione e la materia può essere influenzata, va da sé che la mente di ogni persona è un pro-tagonista della realtà e ogni persona è sia  il cocreatore che il responsabile del proprio destino.
 
L’approccio epistemologico e olistico su cui si basa tutta la formazione è l’unione tra l’antica saggezza e il rigore scientifico moderno. Ecco cosa intendo per approccio Noetico.
  
*La metafisica significa andare oltre gli aspetti e le cose sensibili.
 
**Con Noetica (termine derivato dalla filosofia greca in italiano “noesi”, dal greco noein, che significa “intuire, comprendere”) intendo la scienza che studia l’intelletto umano, - visto come conoscenza intuitiva diretta (Anassagora, Aristotele, Platone)-, e le sue potenzialità.

Torna ai contenuti